Brad Pitt


Ultime news su Brad Pitt:

Clicca qui per leggere tutte le news su Brad Pitt


Indice:

  1. Chi è Brad Pitt
  2. Primi anni di vita
  3. Pretty Boy Roles
  4. Ruoli più importanti
  5. Altri ruoli
  6. I successi
  7. Primo Oscar
  8. Vita Privata

L’attore e produttore Brad Pitt è un vincitore dell’Academy Award e del Golden Globe noto per film come “Legends of the Fall”, “Fight Club”, “Il curioso caso di Benjamin Button”, “Moneyball” e “12 Years a Slave”.

Chi è Brad Pitt?

L’attore e produttore Brad Pitt è nato il 18 dicembre 1963 a Shawnee, in Oklahoma. Ha fatto il suo debutto sul grande schermo nel film horror del 1989 Cutting Class e il suo ruolo nel film Legends of the Fall del 1994 ha contribuito a garantire il suo posto come base di Hollywood. Pitt due volte vincitore del titolo “Sexiest Man Alive” della rivista People, Pitt ha anche dimostrato di voler assumere ruoli più grigi per lungometraggi come Seven (1995) e Fight Club (1999). Iniziò a prendere in considerazione le premiazioni più serie per le esibizioni in Babel (2006), Il curioso caso di Benjamin Button (2008), Inglourious Basterds (2009) e Moneyball (2011), vincendo il suo primo Oscar nella migliore categoria di fotografia come produttore per 12 Years a Slave (2013). Insieme a opere successive come The Big Short (2015) e Allied (2016), Pitt è noto per i suoi rapporti di alto profilo con le attrici Jennifer Aniston e Angelina Jolie.

Primi anni di vita

L’attore Brad Pitt è nato William Bradley Pitt il 18 dicembre 1963 a Shawnee, in Oklahoma, il primogenito di tre figli in una devota famiglia battista del Sud, ed è cresciuto a Springfield, nel Missouri. Suo padre, Bill Pitt, era proprietario di un’azienda di autotrasporti, e sua madre, Jane Pitt, era un consulente familiare. All’inizio, Pitt aspirava a diventare un direttore artistico pubblicitario, studiando giornalismo all’Università del Missouri.

Tuttavia, il giovane studente universitario aveva altre, silenziose aspirazioni che erano il prodotto di un amore infantile per i film. I suoi sogni sembravano finalmente tangibili al suo ultimo semestre all’università, quando realizzò: “Posso andarmene”. Per un capriccio, Pitt lasciò l’università, impacchettò il suo Datsun e si diresse a ovest per intraprendere la carriera di attore a Los Angeles, a soli due crediti da una laurea.

Pitt disse ai suoi genitori che intendeva iscriversi all’Art Center College of Design di Pasadena, ma passò invece i mesi successivi guidando una spogliarellista con autista in limousine da un addio al celibato all’altro, consegnando frigoriferi e cercando di entrare nella scena della recitazione di Los Angeles. . Si è unito a un corso di recitazione e, poco dopo, ha accompagnato un compagno di classe come partner di scena in un’audizione con un agente. In una svolta del destino, l’agente ha firmato Pitt al posto del suo compagno di classe. Dopo aver resistito solo sette mesi a Los Angeles, Pitt si era assicurato un agente e un regolare lavoro di recitazione.

Pretty Boy Roles

I primi lavori di Pitt arrivarono in televisione, apparendo negli episodi di Dallas, nel soap diurno Another World, nella sitcom Growing Pains e nella serie della Fox Television degli anni ’90, Glory Days. Nel 1989, Pitt ha interpretato Billy Canton, il magnate drogato di un’adolescente in fuga (interpretata da Juliette Lewis) nel film per televisione Too Young to Die della NBC. Pitt e Lewis (di nove anni più giovane, all’età di 16 anni) iniziarono a frequentarsi e alla fine si trasferirono insieme.

ha fatto il suo debutto sul grande schermo nel film horror / slasher del 1989 Cutting Class con Donovan Leitch, e ha interpretato una teen track star in Across the Tracks di Sandy Tung, ma è stata una parte ben piazzata in un controverso film di Hollywood che lo ha spinto nel bagliore della celebrità istantanea. La performance di Pitt come un rinnegato, autostoppista dai toni zuccherini, che viene catturato dai due personaggi principali di Thelma and Louise (1991) di Ridley Scott, ha catturato l’attenzione universale nonostante il valore di pochi minuti dello schermo. La combinazione tra l’affascinante carisma da ragazzaccio e la giocosità sensuale di Pitt – in particolare in una scena d’amore infuocata con Geena Davis – lo ha reso un vero sex symbol (e ha indossato il tasto di riavvolgimento di molti videoregistratori).

I successivi film di Pitt non sono riusciti a migliorare la sua credibilità recitativa e ad affermarlo come qualcosa di più di una bella faccia a Hollywood. È apparso in The Favor (1992) con Elizabeth McGovern, l’esordio alla regia di Tom CiCillo, Johnny Suede (1992) e l’irresistibile e mezzo animato Cool World (1992).

Ruoli più importanti

Tuttavia, più tardi nello stesso anno, il sole di Hollywood fece rivivere il ragazzo d’oro nel film del 1992 di Robert Redford A River Runs Through It, basato sull’autobiografia di Norman McLean. Pitt interpretava il fratello del gioco principale, il pescatore di mosche (che sembrava molto simile a una versione più giovane del regista). Più tardi, Redford ha ammesso di non aver scelto Pitt con la forza della sua audizione, piuttosto, perché “[lui] ha avuto un conflitto interiore che è stato molto interessante per me”. Pitt ha realizzato un’esibizione scintillante, raffigurante abilmente il pericoloso terreno del personaggio tra il fascino soverchiante e l’auto-distruttività spericolata.

Nel 1993, Pitt è tornato a lavorare con la fidanzata Lewis di tre anni in Kalifornia di Dominic Sela. Pitt interpretava il ruolo di Early Grayce, un uomo che si recava in una campagna omicida con la sua ragazza. Il film è stato giudicato auto-indulgente, violento e nichilista da molti revisori e non ha funzionato bene al botteghino. Pitt e Lewis si sono lasciati presto dopo le riprese, creando un disastro pubblicitario.

Pitt ha proceduto ad alleggerire il suo repertorio con una performance comica come “Floyd”, un hippie bruciato in True Romance di Tony Scott, ma il suo prossimo ruolo principale è arrivato nell’adattamento di L’intervista con il vampiro di Anna Rice, al fianco di Tom Cruise. La Rice inizialmente espresse indignazione per le scelte di casting, trovando le due stelle del cinema tutte maschili e americane troppo aspre per le sfumature omoerotiche della storia. “È come lanciare Huck Finn e Tom Sawyer”, si lamentava.

Tuttavia, dopo aver visto il film finale, Rice ha ritrattato le sue dichiarazioni iniziali e girato un breve spot per la versione video, approvando il film. Caryn James del New York Times ha riferito: “Il potere del film dipende dalla prestazione ricca e profondamente toccante di Mr. Pitt. Low-key e sereno, rende Louis convincente come un padre in lutto, un amante, persino un figlio.”

Altri ruoli

I successivi sforzi di Pitt hanno assicurato il suo posto come una star di Hollywood; ancora, molti critici hanno scoperto che i suoi ruoli mancano di dimensioni. Nel 1994, Legends of the Fall, un epico melodramma familiare, Pitt ha interpretato Tristan, un eroe romantico stereotipato con lunghe serrature dorate e un debole per gesti alternativamente egoistici e altruisti. Tuttavia, improvvisamente Pitt ha preso una piega crudele come detective sulle tracce di un serial killer nel thriller inquietante e sanguinoso di David Fincher, Seven.

Durante le riprese, Pitt incontrò e iniziò a frequentare la sua co-star, allora relativamente sconosciuta, Gwyneth Paltrow. Entrambi affermarono che era “amore a prima vista”. I due rimasero insieme per due anni e mezzo e furono una delle coppie più ammirate e celebrate di Hollywood. Poi, nel 1997, dopo un impegno di sette mesi, la coppia si è separata per ragioni sconosciute.

Nel 1995, Pitt ha recitato come paziente mentale nel thriller psicologico di Terry Gilliam Twelve Monkeys, vincendo un Golden Globe come miglior attore non protagonista per la sua performance e guadagnandosi il suo primo Oscar. Ha seguito con un altro thriller oscuro, Sleepers (1996), e Devil’s Own di Alan J. Pakula con Harrison Ford, prima di andare in Argentina per girare Seven Years in Tibet, un ambizioso progetto da 70 milioni di dollari che ha incontrato recensioni contrastanti. Il suo prossimo film, il tre ore di Meet Joe Black, interpretato da Anthony Hopkins, ha trovato Pitt interpretare una versione molto avvenente della morte e non ha suscitato grandi lodi.

Nel 1999, dopo una breve pausa dalla hot list di Hollywood, Pitt ha collaborato con Seven director Fincher per realizzare Fight Club. Il film apocalittico, interpretato anche da Edward Norton, presenta un innocente Pitt in un ruolo inquietante come leader del “fight club”, una sanguinosa diversione per i giovani maschi professionisti. A seguire Pitt è stato il criminologo britannico Snatch (2000), interpretato da Benicio Del Toro e diretto da Guy Ritchie.

L’anno seguente, Pitt ha recitato con Julia Roberts nella commedia romantica The Mexican, nuovamente con Redford nel thriller Spy Game ed è entrato a far parte di un cast nel cast di A-list, tra cui Roberts, George Clooney e Matt Damon, nel remake del Rat di Steven Soderbergh Pack heist caper Ocean’s Eleven. Poi nel 2004, Pitt ha interpretato il ruolo dell’eroe greco Achille nel film di successo della Warner Bros. Troy. Quello stesso anno l’attore è apparso in Ocean’s Twelve.

I successi

Nel 2005, Pitt ha recitato al fianco di Angelina Jolie nel film d’azione di grande successo Mr. And Mrs. Smith. Mostrando una coppia sposata che lavora segretamente come spie, il film ha guadagnato oltre 478 milioni di dollari in tutto il mondo, con i due attori che alla fine diventano una coppia nella vita reale.

Il prossimo film di Pitt, l’acclamata Babel (2006), ha ottenuto l’attore un’altra nomination ai Golden Globe. L’attore è passato a una lezione meno seria nella rappresaglia del suo ruolo di Rusty Ryan in Ocean’s Thirteen (2007). Nel 2008, Pitt ha collaborato con Joel e Ethan Coen per recitare nel thriller comico dell’FBI Burn After Reading. Il film ha ottenuto due nomination ai Golden Globe e ha incassato oltre $ 60 milioni al botteghino.

Pitt ha interpretato un ruolo di protagonista più eclatante in The Curious Case di Benjamin Button, un film basato su un racconto di F. Scott Fitzgerald. In questo film diretto da Fincher, Pitt interpreta il personaggio del titolo, che nasce come un uomo di 70 anni e invecchia al contrario. Pitt ha ricevuto un altro riconoscimento Oscar per il film, che ha vinto tre Academy Awards.

Nel 2009, Pitt ha recitato in Inglourious Basterds di Quentin Tarantino e, nel 2011, ha recitato con Sean Penn e Jessica Chastain in The Tree of Life di Terrence Malick, che ha vinto la Palma d’Oro al Festival di Cannes. È stato anche il protagonista di Moneyball, una commedia di baseball che segue il travaglio del direttore generale di Oakland A, Billy Beane, e la sua ricerca per rimodellare la sua squadra. Il film ha ottenuto sei nomination all’Oscar, tra cui cenni a Pitt come attore principale e produttore nella categoria delle migliori immagini.

Primo Oscar

Nel 2013, Pitt è stato acclamato per la sua interpretazione di Gerry Lane nel thriller zombie-apocalittico World War Z (2013), diretto da Marc Forster, e più tardi quell’anno è apparso come personaggio di supporto in The Counselor. Ha anche ricevuto dei rave per il suo lavoro in 12 anni uno schiavo. Il film, diretto da Steve McQueen, racconta la vera storia del musicista afroamericano libero Solomon Northup (interpretato da Chiwetel Ejiofor) che viene rapito e venduto in schiavitù. Pitt interpreta un falegname canadese che aiuta molto Northup, con un cast che include Benedict Cumberbatch, Lupita Nyong’o, Michael Fassbender e Quvenzhané Wallis.

Per il suo lavoro come produttore del film, Pitt ha ottenuto la sua quinta nomination all’Oscar, ricevendo il secondo riconoscimento nella categoria delle migliori foto. Ha vinto il premio nel 2014, segnando la sua prima vittoria agli Oscar, condividendolo con McQueen, Dede Gardner, Jeremy Kleiner e Anthony Katagas.

Quell’anno vide anche Pitt come un sergente dell’esercito nel dramma d’azione della seconda guerra mondiale, Fury. Poi, nel 2015, Pitt ha recitato con la moglie Jolie nella casa d’arte By the Sea, che ha scritto e diretto. È anche apparso in The Big Short, un film incentrato sulla bolla del mercato immobiliare che ha alimentato il collasso finanziario del 2008 e un gruppo di uomini che aveva predetto il tumulto a venire. Basato sul bestseller di nonfiction di Michael Lewis, il progetto ha ottenuto un gran numero di nomination ai premi.

Pitt ha poi recitato nel thriller romantico della seconda guerra mondiale Allied (2016), con Marion Cotillard e la satirica War Machine (2017), come personaggio basato sull’ex generale degli Stati Uniti Stanley McChrystal. All’inizio del 2018, fu annunciato che sarebbe stato il co-protagonista di Leonardo DiCaprio nel film C’era una volta di Hollywood di Tarantino.

Vita privata

Due volte vincitore del titolo “Sexiest Man Alive” della rivista People (1995 e 2000), Pitt ha iniziato a uscire con Jennifer Aniston, star della sitcom televisiva Friends, nel 1998. Pitt e Aniston si sono sposati il ​​29 luglio 2000 a Malibu, in California . La coppia ha annunciato la separazione nel gennaio 2005, divorziata nell’ottobre di quell’anno.

Poco dopo la separazione, Brad Pitt iniziò ad uscire con Angelina Jolie, e l’attrice rivelò in seguito che i due si erano sviluppati l’un l’altro sul set di Mr. e Mrs. Smith. Nel maggio 2006, la coppia ha avuto una bambina, Shiloh Nouvel Jolie-Pitt. Nel luglio 2008, Pitt e Jolie avevano due gemelli: un ragazzo, Knox Leon e una ragazza, Vivienne Marcheline. Hanno anche tre figli adottivi: Maddox, Pax Thien e Zahara.

La coppia si è fidanzata nel 2012 e si è legata in una cerimonia privata il 23 agosto 2014, in Francia. Tuttavia, Jolie ha chiesto il divorzio a settembre 2016, richiedendo l’esclusiva custodia fisica dei loro sei figli.

Il dramma che circonda la loro controversa separazione ha avuto i media, con Jolie che nel giugno del 2018 ha riferito di essere in pericolo di perdere la custodia a causa della sua insistenza nel mantenere i bambini lontani dal vedere il loro padre. Ad agosto, Jolie ha presentato documenti giudiziari secondo i quali il suo ex marito non avrebbe “pagato alcun sostegno significativo per i figli dopo la separazione”. Il team legale di Pitt ha seguito il proprio fascicolo in cui affermava che l’attore aveva pagato più di $ 1,3 milioni di fatture per la famiglia e aiutato sua moglie a comprare la sua casa attuale tramite un prestito di $ 8 milioni.

L’attore ha affrontato più problemi legali quel mese in cui un avvocato ha annunciato piani per citare in giudizio la Fondazione Make It Right di Pitt a favore dei residenti di un’area di New Orleans devastata dall’uragano Katrina. La fondazione ha costruito più di 100 case “verdi” nel 2008, e presumibilmente ha promesso di tornare a fare le riparazioni necessarie. L’avvocato ha affermato che i suoi clienti hanno subito problemi infrastrutturali e malattie a casa loro.

Ultimi articoli su Brad Pitt

Top